Il poeta tra la folla della Roma di Augusto

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]I poeti augustei hanno un’attitudine complessa nei confronti delle cerimonie pubbliche. In alcune delle sue Odi, soprattutto del IV libro, Orazio vuole essere visto come uno tra molti nella sua celebrazione del princeps. Si tratta di componimenti con molti livelli di significato, che mostrano un’ interessante dialettica tra l’aspetto pubblico e quello privato ed un particolare rapporto con i modelli poetici greci, arcaici ed ellenistici. Ovidio sviluppa questi spunti nelle sue elegie dell’esilio per dare vita ad una nuova poesia panegiristica.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The poet in the crowd of Augustus' Rome
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)45-63
Numero di pagine19
RivistaCLASSICA
Volume31
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Horace
  • Orazio
  • Ovid
  • Ovidio
  • Pindar
  • Pindaro
  • esilio
  • exile
  • poesia pubblica
  • public poetry

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il poeta tra la folla della Roma di Augusto'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo