Il PCI e l'Africa indipendente. Apogeo e crisi di un'utopia socialista (1956-1989)

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]La decolonizzazione africana ha avuto uno spazio rilevante nella politica estera del Partito Comunista Italiano e nell’elaborazione di un nuovo internazionalismo. Sulla base di un ingente – benché frammentario – materiale documentario, il volume ricostruisce l’impegno dei comunisti italiani in Algeria, nelle colonie portoghesi (Guinea Bissau, Angola, Mozambico) e nel Corno d’Africa. Attraverso una politica “africana” - oscillante fra ideologia e pragmatismo, ma espressione di una posizione “terza” malgrado il pur imprescindibile rapporto con l’Urss - il PCI ha contribuito a sostenere sul piano ideologico e politico le lotte di liberazione e a tenere in vita la pur fragile prospettiva di una «via africana al socialismo». Tuttavia il confronto con i nodi irrisolti dell’Africa post-coloniale, nonché con un quadro internazionale assorbito dalla guerra fredda, fece emergere la percezione, pur indecifrata, di una crisi dell’afromarxismo come fondamento ideologico dello Stato africano indipendente. Con la scomparsa di Berlinguer nel 1984 e gli avvenimenti internazionali degli ultimi anni ’80, l’azione comunista ha finito per ritirarsi dalla scena africana, lasciando privo di eredi il crescente lavorio di oltre un ventennio.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The PCI and independent Africa. Apogee and crisis of a socialist utopia (1956-1989)
Lingua originaleItalian
EditoreLe Monnier
Numero di pagine302
ISBN (stampa)978-88-00-20928-1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Serie di pubblicazioni

NomeQ: QUADERNI DI STORIA

Keywords

  • Africa
  • Apogee
  • Apogeo
  • Crisi
  • Crisis
  • Socialist
  • Socialista

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Il PCI e l'Africa indipendente. Apogeo e crisi di un'utopia socialista (1956-1989)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo