Il passato come melodramma. «Il processo di Verona» tra cinema e storia

Damiano Garofalo

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Tra il 1960 e il 1962, Carlo Lizzani realizza dei film che è possibile leggere, all’interno della filmografia del regista romano, come un vero e proprio !lone narrativo incentrato specificamente sugli ultimi anni di vita del fascismo in Italia . Si tratta de Il gobbo (1960), L’oro di Roma (1961) e Il processo di Verona (1962). Se le prime due pellicole rimangono comunque pervase da una retorica marxista di fondo, che tende a interpretare le vicende storiche raccontate sullo schermo attraverso la lente onnicomprensiva della storia come lotta di classe, è necessario notare come, soprattutto da L’oro di Roma in poi, cominci ad affermarsi nei suoi !lm una rappresentazione della storia largamente romanzata, di diretta ispirazione hollywoodiana, che allontana Lizzani da buona parte della critica marxista che fino a quel momento lo aveva accompagnato e sostenuto nella sua “ortodossia” neorealista. Se molto è stato detto sui primi due film , Il processo di Verona, nonostante sia meno perlustrata dalla letteratura, è un’opera certamente più funzionale a ricostruire l’immaginario della Verona nazista e saloina di quegli anni. Oltre a trattare gli ultimi giorni di vita di Galeazzo Ciano, dal voto in favore dell’ordine del giorno di sfiducia a Mussolini di Dino Grandi in occasione del Gran consiglio del fascismo del 25 luglio 1943 !no al suo arresto, alla carcerazione e al processo tenutosi a Verona che lo condanna definitivamente alla fucilazione, questo sembra essere il primo !lm a raccontare la !ne del regime dal punto di vista dei fascisti e della gestione dell’ordine e del potere nella neonata Repubblica di Salò.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The past as melodrama. «The Verona process» between cinema and history
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteI signori del terrore. Polizia nazista e persecuzione antiebraica in Italia, 1943-1945
EditorS Berger
Pagine213-224
Numero di pagine12
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • Fascism and cinema, Italian cinema, Carlo Lizzani

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il passato come melodramma. «Il processo di Verona» tra cinema e storia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo