Il mito come filtro interpretativo della realtà: la guerra di Troia nei tragici greci

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La spedizione contro Troia, oggetto della prima narrazione scritta dell’Occidente, con il suo ricchissimo complesso di leggende eroiche, era per l’antichità la guerra per eccellenza, in cui si consumò il primo scontro tra Occidente e Oriente. Soprattutto per i tragediografi attici, che spesso misero in scena episodi ad essa ispirati, essa rappresentò una sorta di schermo, consacrato dall’autorevolezza del mito, su cui proiettare la propria visione ideologica della guerra, e in particolare delle guerre reali in cui la polis ateniese era coinvolta. Questo saggio è dedicato all’analisi dei drammi dedicati alla guerra troiana nei tre tragediografi attici, in particolare Agamennone di Eschilo, Aiace e Filottete di Sofocle, Troiane di Euripide, allo scopo di portare alla luce i diversi approcci ideologici che li hanno ispirati.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Myth as an interpretative filter of reality: the Trojan War in the tragic Greeks
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)2-14
Numero di pagine13
RivistaNUOVA SECONDARIA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Aeschylus
  • Eschilo
  • Euripides
  • Greek ancient drama
  • Sofocle
  • Sophocles
  • Tragedia attica
  • Trojan war
  • guerra di Troia
  • pacifism
  • pacifismo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il mito come filtro interpretativo della realtà: la guerra di Troia nei tragici greci'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo