Il lavoro diverso

Alberto Barzano', Angelo Carenzi, Giuseppe Pozzi

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]In Europa è effettivamente aumentata una consapevolezza culturale e sociale rispetto alla persona disabile, ma frequentemente mancano strumenti per intervenire. Ciò implica, tra l'altro, che ci sia un costo sociale elevato della disabilità, sullo stesso piano di quello relativo alle malattie croniche, e al tempo stesso un elevato "costo" in termini di dignità della persona, considerata come un possibile fattore di sviluppo. Così ci si concentra per lo più sulle risorse esterne, perdendo di vista i punti di forza residui o le competenze ancora disponibili e su cui si potrebbe promuovere una crescita. Questa tendenza si cogli anche solo guardando le cifre relative ai disabili impiegati, che contrastano con le legislazioni anche molto avanzate che diversi Paesi hanno sviluppato. Gli Autori propongono una ricognizione (con bibliografia) della posizione europea circa la lotta all'esclusione e alla discriminazione e delle iniziative che gli Stati Membri hanno messo in campo per affrontare il fenomeno della disabilità.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The different job
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl lavoro diverso. Per una nuova politica di inserimento delle persone disabili
EditorSTEFANO GHENO, ANTONELLO BOLIS
Pagine143-211
Numero di pagine69
Stato di pubblicazionePubblicato - 2005

Keywords

  • European Union
  • Unione Europea
  • disabili
  • disability
  • disabilità
  • disabled
  • discrimination
  • discriminazione
  • esclusione sociale
  • lavoro
  • politiche del lavoro
  • social exclusion
  • work
  • work policies

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il lavoro diverso'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo