Il Fascicolo Sanitario Personale: quale impatto sui cittadini italiani?

Umberto Moscato, Giovanna Giannetti, Andrea Poscia, Agnese Collamati

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]In Italia, come in molti altri Paesi, è in corso l’implementazione del Fascicolo Sanitario Personale (FaSP) come strumento di miglioramento. Il FaSP dovrà consentire una sicura condivisione in rete della documentazione clinica di ogni singolo cittadino e prevede, pertanto, un ruolo importante degli utenti che, oltre a dover esprimere il proprio consenso per il FaSP, dovranno, attivamente e costantemente, interagire con il fascicolo contribuendo in questo modo al successo dello stesso. La presente revisione sistematica della letteratura ha lo scopo di sintetizzare le attuali conoscenze sull’impatto e sulla soddisfazione che l’Electronic Health Record (EHR) ha conseguito presso gli altri Paesi in cui tale sistema è già stato implementato, al fine di derivare un’ipotesi di scenario per l’Italia all’adozione del FaSP. La ricerca è stata effettuata su alcune delle principali banche dati (MEDLINE, EMBASE, The Cochrane Library, CINAHL). Sono state selezionate le pubblicazioni nel periodo 2006-2011 ed è stata valutata la loro qualità ed attinenza agli obiettivi dello studio. Lo screening di testo ed abstract attraverso keywords (patient satisfaction, adoption electronic health records, web portal, ecc) ha identificato 1962 pubblicazioni potenzialmente rilevanti, di cui 41 valutate come testo integrale e solo 13 scelte secondo i criteri di inclusione (inglese, con Impact Factor, studi su pazienti cronici, ecc). Ogni tipologia di utente ha identificato dei fattori, di criticità e di beneficio, del sistema EHR correlabili alla propria abilità ad utilizzare uno strumento informatico ed alle proprie priorità individuali. Le principali criticità riscontrate sono state di tipo tecnico, di adattamento allo strumento, di perplessità sulla sicurezza e privacy del sistema. I principali benefici riscontrati, interpretati quali miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie erogate, sono stati: garanzia nella continuità delle cure, disponibilità immediata dei dati riguardanti la propria salute. Inoltre è risultato che, sebbene in netta minoranza, gli utenti correggono i dati errati sul proprio fascicolo sanitario mentre l’accesso al record è finalizzato principalmente alla consultazione dei risultati dei test diagnostici e delle relazioni cliniche. Il presente studio conferma che la soddisfazione del cittadino all’estero nell’utilizzo dell’EHR risulta genericamente positiva e, pertanto, in Italia la risposta dei cittadini al FaSP potrebbe, se ben gestita, motivata con opportuno empowerment della popolazione, e strutturata a correggere gli errori già evidenziati, ottenere un buon grado di soddisfazione nella popolazione.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The Personal Health Record: what impact on Italian citizens?
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteXII Conferenza Nazionale di Sanità Pubblica La Sanità pubblica tra globalizzazione, nuove esigenze di salute e sostenibilità economica: la sfida dell'integrazione
Pagine667
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2011
EventoXII Conferenza Nazionale di Sanità Pubblica La Sanità pubblica tra globalizzazione, nuove esigenze di salute e sostenibilità economica: la sfida dell'integrazione - Roma
Durata: 12 ott 201115 ott 2011

Convegno

ConvegnoXII Conferenza Nazionale di Sanità Pubblica La Sanità pubblica tra globalizzazione, nuove esigenze di salute e sostenibilità economica: la sfida dell'integrazione
CittàRoma
Periodo12/10/1115/10/11

Keywords

  • Direzione sanitaria

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il Fascicolo Sanitario Personale: quale impatto sui cittadini italiani?'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo