Il fantasma rosso. La stampa italiana e il maccartismo

Gioachino Lanotte

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Il maccartismo fece sentire i suoi effetti anche in Italia. Il dibattito fu ampio, aspro e coinvolse partiti politici, gruppi di pressione, sindacati, Chiesa cattolica, ambienti della cultura. Non mancarono anche scontri tra cittadini, che, almeno in un caso, finirono a coltellate. La guerra fredda divideva la società in un paese che contava il più forte partito comunista dell’Occidente e spesso la divisione correva all’interno delle stesse famiglie e rompeva vecchie amicizie. La stampa italiana ebbe un ruolo di rilievo nel far conoscere le vicende di un’America alle prese col suo “fantasma rosso”, ma soprattutto nell’utilizzare per la polemica politica interna quello che si svolgeva al di là dell’Atlantico. Il libro analizza un campione significativo della pubblicistica italiana per studiare, da questo particolare angolo di visuale, come ogni notizia venisse utilizzata ai fini della lotta politica, soffermandosi in particolare su due casi emblematici del clima maccartista, il caso Chaplin e la drammatica vicenda dei coniugi Rosenberg.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The red ghost. The Italian press and McCarthyism
Lingua originaleItalian
EditoreMorlacchi
Numero di pagine232
ISBN (stampa)9788860745378
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Serie di pubblicazioni

NomeStoria Risorgimentale e Contemporanea

Keywords

  • maccartismo
  • stampa

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il fantasma rosso. La stampa italiana e il maccartismo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo