Il dumping valutario di Berlino

Marco Fortis

Risultato della ricerca: Working paper

Abstract

[Ita:]La Germania non sarebbe mai diventata così forte senza l’euro e l’acquisto massiccio di prodotti tedeschi da parte dei suoi partner europei, per di più spesso e volentieri finanziati da banche tedesche con tassi per esse molto remunerativi. Senza l’euro e il gigantesco flusso continuativo di surplus commerciali provenienti dai partner dell’Eurozona, difficilmente i tedeschi avrebbero potuto costruire quello stock di attività nette estere che oggi permette loro di guardare dall’alto verso il basso i Paesi mediterranei. Da quando è nato l'euro, quello messo in pratica dalla Germania è stato un vero e proprio “dumping valutario” tra partner europei che ha straordinariamente favorito una Germania oggi però davvero poco riconoscente verso gli acquirenti dei suoi prodotti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Berlin currency dumping
Lingua originaleItalian
Numero di pagine3
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • Currency Dumping
  • Dumping valutario
  • Germania
  • Germany

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il dumping valutario di Berlino'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo