Il dibattito tra al-Ġazālī e Ibn Rušd: Filosofia e Legge Rivelata a confronto

Ines Peta

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]La storia dei controversi rapporti tra filosofia e ortodossia religiosa nel mondo islamico medievale ebbe una delle sue rappresentazioni più significative nella critica contro il grande teologo, giurista e mistico orientale, Abu Hamid al-Ghazali (m. 1111), sferrata dal noto filosofo andaluso Ibn Rushd (m. 1198). Nel presente contributo, viene evidenziato come le diverse opinioni dei due autori sul ruolo della filosofia dipendano dalla loro diverse concezione di questioni essenzialmente giuridiche, quali il tipo di conoscenza che la Rivelazione prescrive all'uomo di perseguire, i casi di applicazione dell'interpretazione allegorica ai dati scritturali, la questione di chi abbia il diritto di praticarla e la validità del "consenso" della comunità musulmana.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The debate between al-Ġazālī and Ibn Rušd: Philosophy and Law Revealed in comparison
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteThe Medieval Paradigm: Religious Thought and Philosophy
Pagine417-439
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012
Pubblicato esternamenteYes
EventoThe Medieval Paradigm, Religious Thought and Philosophy - Roma
Durata: 29 ott 20051 nov 2005

Convegno

ConvegnoThe Medieval Paradigm, Religious Thought and Philosophy
CittàRoma
Periodo29/10/051/11/05

Keywords

  • al-Ghazali, Ibn Rushd, Averroè, Islam, filosofia islamica

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Il dibattito tra al-Ġazālī e Ibn Rušd: Filosofia e Legge Rivelata a confronto'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo