Il corso irreversibile della storia. L'adynaton dei fiumi in "Marzo 1821"

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]In “Marzo 1821” l’adynaton dei fiumi serve a Manzoni per dare, contro ogni evidenza, come sicuro e indubitabile lo sbocco unitario del processo risorgimentale. Alla sua fervida coscienza di patriota il corso della storia appare irreversibile al pari di una legge di natura. Il Risorgimento diventa così l’escatologia della nazione, in cui al processo di unificazione territoriale e politica della Penisola si accompagnerà la formazione di un’identità nazionale. Il celebre distico dei fattori identitari non va inteso, perciò, come postulazione di un patrimonio già acquisito, ma al contrario come additamento di un traguardo da raggiungere di pari passo con la conquista dell’indipendenza e dell’unità.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The irreversible course of history. The adynaton of the rivers in "March 1821"
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLetteratura e oltre. Studi in onore di Giorgio Baroni
EditorPaola Ponti
Pagine126-130
Numero di pagine5
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Serie di pubblicazioni

NomeSTUDIA ERUDITA

Keywords

  • Alessandro Manzoni
  • Identità nazionale
  • Marzo 1821
  • Poesia patriottica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il corso irreversibile della storia. L'adynaton dei fiumi in "Marzo 1821"'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo