Il concetto di miscredenza (kufr) tra rigore e tolleranza nell’analisi di Abū Hāmid al-Ghazālī.

Ines Peta

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il "Criterio decisivo di distinzione tra l'Islam e la miscredenza" è un testo giuridico in cui Abu Hamid al-Ghazali si preoccupa di chiarire in quali casi scatti l’accusa di miscredenza (takfir). L’opera viene anzitutto collocata nel quadro storico, politico e culturale di riferimento, al fine di definire quale ruolo rivestisse la tematica della miscredenza nel mondo islamico dell’epoca; in secondo luogo, viene messo in luce – attraverso l’analisi degli aspetti principali della teoria illustrata dall’autore – come il suo scopo fosse quello di stabilire un criterio di distinzione tra Islām e miscredenza ad un tempo rigoroso e tollerante. Tale criterio doveva essere in grado di combattere lo spirito d’intransigenza e di esclusivismo che caratterizzava le dispute tra le diverse scuole teologiche e giuridiche dell’Islām.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The concept of disbelief (kufr) between rigor and tolerance in the analysis of Abū Hāmid al-Ghazālī.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)113-126
Numero di pagine14
RivistaSCHEDE MEDIEVALI
Volume2006
Stato di pubblicazionePubblicato - 2006
Pubblicato esternamenteYes

Keywords

  • Ghazali, miscredenza, islamistica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Il concetto di miscredenza (kufr) tra rigore e tolleranza nell’analisi di Abū Hāmid al-Ghazālī.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo