Il cantiere delle terrecotte nel Museo d'Arte Antica del Castello Sforzesco: attività di ricerca e primi risultati

Alessandro Barbieri, Paola Bosio

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]La campagna di studio e catalogazione del materiale fittile di produzione seriale conservato nel deposito del Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco di Milano ha consentito di indagare alcuni aspetti rilevanti della tradizione decorativa in terracotta del primo Rinascimento in Lombardia, con particolare riferimento a Milano e Cremona. Elementi decorativi in cotto provenienti da complessi architettonici condannati alla distruzione dalle riorganizzazioni urbanistiche della seconda metà del XIX secolo sono stati salvati dall’illuminata opera dei primi curatori delle Raccolte, già allora consapevoli della necessità di conservare quanto più possibile di questi edifici, così da garantirne una parziale sopravvivenza attraverso il loro ricovero in Museo. Per Milano si prenderanno in esame le vicende del Banco Mediceo in via dei Bossi e di casa Marliani in contrada di Porta Nuova. Per alcuni contesti i materiali conservati al Castello Sforzesco sono tutto ciò che resta di interi isolati, come casa Missaglia o le abitazioni di via dei Ratti e via degli Orefici. Altre volte è invece possibile un confronto con il materiale ancora presente in situ come nel caso del chiostro di Sant’Antonio abate. Nel deposito del Museo sono conservate anche alcune terrecotte provenienti dall’area cremonese. Fra queste sono state identificate, grazie alla documentazione conservata presso l’Archivio delle Civiche Raccolte d’Arte e con l’ausilio di fotografie d’epoca, quelle appartenute alla demolita chiesa di San Domenico; sono state poi individuate altre terrecotte spettanti probabilmente alla decorazione del chiostro di San Sigismondo, sempre a Cremona. Per concludere si è affrontato brevemente l’interessante tema della ritraduzione in pittura di schemi e modelli della produzione fittile attraverso alcuni confronti con noti esempi figurativi.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The crockery yard in the Museum of Ancient Art of the Castello Sforzesco: research activity and first results
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteTerrecotte nel Ducato di Milano. Artisti e cantieri del primo Rinascimento
Pagine195-239
Numero di pagine45
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
EventoTerrecotte nel Ducato di Milano. Artisti e cantieri del primo Rinascimento - Milano e Certosa di Pavia
Durata: 17 ott 201118 ott 2011

Convegno

ConvegnoTerrecotte nel Ducato di Milano. Artisti e cantieri del primo Rinascimento
CittàMilano e Certosa di Pavia
Periodo17/10/1118/10/11

Keywords

  • Casa Marliani - Milano
  • Chiesa di San Domenico - Cremona
  • Chiostro di San Sigismondo - Cremona
  • Chiostro di Sant'Antonio Abate - Milano
  • Museo d'Arte Antica del Castello Sforzesco
  • Palazzo del Banco Mediceo - Milano
  • catalogazione
  • terrecotte

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Il cantiere delle terrecotte nel Museo d'Arte Antica del Castello Sforzesco: attività di ricerca e primi risultati'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo