Il canone degli storici tardoantichi nella Methodus di Jean Bodin

Giuseppe Zecchini, 32300, DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA', archeologia e storia dell'arte MILANO - Dipartimento di Storia, DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA'

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

In his Methodus J.Bodin does not reveal a great interest for Late Antiquity, because the Empire remained the main political anity of this period, while he is more concerned with the romano-barbarian kingdoms. However he has a great respect for two late antique historians like Procopius and Ammianus; on the contrary he dislikes Orosius. Besides the historians he often uses the HA, which leads him to see the history of the late Roman Empire from a biographical viewpoint as a KG.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The canon of late antiquity historians in Jean Bodin's Methodus
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteStorici antichi e storici moderni nella Methodus di Jean Bodin
EditorGIUSEPPE ZECCHINI, ALESSANDRO GALIMBERTI
Pagine75-83
Numero di pagine9
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Serie di pubblicazioni

NomeContributi di storia antica 10

Keywords

  • Historiography

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Il canone degli storici tardoantichi nella Methodus di Jean Bodin'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo