I mille fiori blu: archeologia del dispositivo

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Nella cultura di lingua tedesca a cavallo del 1900 si incrociano una serie di modelli di ridefinizione della soggettività decisivi per la posterità. Questo contributo mira a collocare in questo contesto la cultura nascente del cinema, e a capire come l’idea stessa di dispositivo sviluppatasi nei decenni successivi sia in fondo legata a quegli antichi incontri. Come casi di studio, sono chiamati in causa autori dal profilo diverso, come il filosofo Raphael Seligmann, il fisico Ernst Mach, lo psicologo sperimentale Karl Marbe, il giornalista Friedrich Huth e il critico d’arte Otto August Lux.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The thousand blue flowers: archeology of the device
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)33-45
Numero di pagine13
RivistaFATA MORGANA
VolumeVIII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • Apparatus
  • Empathy
  • Film Experience
  • Film Theory
  • History of Film Theory
  • Projection
  • Romanticismo
  • Walter Benjamin

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'I mille fiori blu: archeologia del dispositivo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo