I luoghi di innovazione: un primo modello organizzativo per fenomeni emergenti

Lorenzo Mizzau, F. Montanari

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Le recenti evoluzioni dei sistemi economici hanno segnato importanti cambiamenti nelle dinamiche di consumo e in quelle produttive, facendo emergere con forza l’importanza dell’innovazione. Tra i fattori che, a diversi livelli, possono sostenere l’innovazione vi sono anche i cosiddetti “luoghi di innovazione”, cioè quegli spazi fisici, come ad esempio gli incubatori, i co-working, ma anche gli spazi collaborativi informali (es. biblioteche, bar e librerie), nei quali le persone possono incontrarsi per scambiarsi idee, apprendere reciprocamente e collaborare. Questi spazi possono essere un importante moltiplicatore del patrimonio cognitivo, umano e sociale presente in un territorio, in quanto offrono occasioni per sperimentare e sviluppare tecnologie, servizi e modelli d’impresa che al tempo stesso beneficiano della partecipazione diretta dei cittadini entro un framework collaborativo e generano nuove soluzioni ai problemi della comunità. In altri termini, possono contribuire a sviluppare in un territorio una particolare “atmosfera creativa” della quale possono beneficiare tutti gli attori (individui, gruppi più o meno formali, organizzazioni, ecc.) che vi operano. Recentemente si è assistito a una vera e propria proliferazione di spazi di questo tipo, che sono ritenuti cruciali per sostenere l’innovazione locale e la capacità di connessione con altri nodi esterni al territorio. Se queste premesse sono ormai condivise, manca tuttora un’analisi sistematica delle variabili organizzative che possono influenzarne l’efficacia. In questo senso, il presente articolo si propone di offrire una riflessione sulle caratteristiche organizzative dei luoghi di innovazione, con l’obiettivo di comprendere le leve a disposizione sia dei policy maker che dei soggetti gestori per aumentarne efficacia, impatto e sostenibilità.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The places of innovation: a first organizational model for emerging phenomena
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)50-58
Numero di pagine9
RivistaIMPRESA SOCIALE
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • ecosistema innovativo
  • innovazione sociale
  • luoghi di innovazione
  • open innovation
  • spazi collaborativi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'I luoghi di innovazione: un primo modello organizzativo per fenomeni emergenti'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo