I luoghi dell’innovazione sociale: l’esperienza dei makerspace e FabLab milanesi

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Parlare di innovazione sociale a Milano significa riferirsi a un universo molto vasto e sfaccettato, con al centro un’unica, grande questione: la qualità della vita, ambientale e sociale, dei cittadini milanesi. L’innovazione sociale risponde a bisogni emergenti, non soddisfatti dal mercato e dallo Stato, nella misura in cui, individuando nuove soluzioni, mette a sistema le risorse individuali con quelle comunitarie, gli aiuti istituzionali con quelli privati, favorendo percorsi di empowerment con forti ricadute collettive. L’approfondimento presentato in queste pagine fa riferimento a esperienze di questo tipo e ad alcuni luoghi, simbolo per eccellenza dell’innovazione tecnologica e sociale delle Smart city: i laboratori e gli spazi di fabbricazione digitale. Tali realtà stanno sorgendo un po’ dovunque in Italia ma a Milano trovano un substrato culturale e tecnologico particolarmente favorevole sia per la presenza di un importante polo formativo universitario (il Politecnico), sia per il forte tessuto manifatturiero, particolarmente vocato alla ricerca e alla sperimentazione soprattutto nei settori creativi (moda e design).
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The places of social innovation: the experience of the Milanese makerspaces and FabLabs
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteMilano 2017. Rapporto sulla città, Fondazione Ambrosianeum
EditorR Lodigiani
Pagine229-243
Numero di pagine15
Volume2017
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Digital fabrication
  • Fabbricazione digitale
  • Makerspace
  • innovazione sociale
  • social innovation

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'I luoghi dell’innovazione sociale: l’esperienza dei makerspace e FabLab milanesi'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo