I criteri di ammissibilità probatoria

Giulio Ubertis

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La verità giudiziale, presupposto per una decisione giusta, non può perseguirsi senza limiti. Le norme probatorie mirano a tutelare sia diritti soprattutto fondamentali sia criteri di razionalità processuale, rispettando la durata ragionevole del processo. La valutazione di ammissibilità probatoria ha esito positivo quando il tema di prova sia verosimile e pertinente, nonché qualora il mezzo e/o la fonte di prova siano rilevanti nel triplice senso della loro necessità (ossia, della loro non ridondanza), della loro idoneità contenutistica (perché atti a verificare l’enunciato da provare) e della loro idoneità epistemologica (in quanto l’attività compiuta sia conforme ai parametri gnoseologici storicamente dati). Si chiarisce infine che pure l’impiego dell’intelligenza artificiale deve garantire un controllo umano significativo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The criteria of evidential admissibility
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)189-214
Numero di pagine26
RivistaRevista Brasileira de Direito Processual Penal
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • Ammissione probatoria
  • Artificial intelligence
  • Evidence admission
  • Intelligenza artificiale
  • Judicial truth
  • Pertinence
  • Pertinenza
  • Prova scientifica
  • Relevance
  • Rilevanza
  • Scientific evidence
  • Verisimilitude
  • Verità giudiziale
  • Verosimiglianza

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'I criteri di ammissibilità probatoria'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo