I centri modernizzanti. Risveglio culturale e democrazia cristiana tra Otto e Novecento

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il saggio indaga quegli ambienti del cattolicesimo bergamasco che, dalla fine dell'episcopato di Camillo Guindani (187-1904), rinnovarono la presenza della Chiesa all'interno della mondo moderno. I vertici bergamaschi, in particolare i giovani legati al movimento democratico-cristiano, all'interno della pastorale di Giacomo Maria Radini Tedeschi (1905-1914), romana ma aderente al presente, aprirono la diocesi ai processi sociali, attraverso iniziative come l'Ufficio del lavoro. ll sindacalismo cristiano, in particolare in occasione dello sciopero di Ranica, attirò così sospetti da parte della Santa Sede, preoccupata che tale rinnovamento, filtrando in Seminario, attraverso i docenti mpegnati nelle unioni professionali e nelle leghe bianche, potesse compromettere la solidità dell'istituzione ecclesiastica di fronte all'erosiva cultura moderna.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] The modernizing centers. Cultural awakening and Christian democracy between the nineteenth and twentieth centuries
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAlle radici del movimento sociale cattolico bergamasco
EditorAlessandro Persico
Pagine151-179
Numero di pagine29
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Chiesa di Bergamo
  • Democrazia cristiana
  • Modernismo
  • Movimento sociale cattolico
  • Ufficio del lavoro di Bergamo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'I centri modernizzanti. Risveglio culturale e democrazia cristiana tra Otto e Novecento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo