How Not to Say It Explicitly: The Communicative Function of Irony [Come non dirlo esplicitamente: le funzioni comunicative dell'ironia]

Maria Rita Ciceri, Maria Giaele Infantino, Luigi Anolli

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]l'ironia è una figura retorica in cui vi è una incongruità, discordanza oppure una involontaria connessione con il vero, che va al di là del semplice ed evidente significato della parola. L'ironia verbale e situazionale viene spesso usata intenzionalmente per enfatizzare l'affermazione di una verità. La forma ironica della similitudine, del sarcasmo o della litote può includere l'enfasi di un significato mediante l'uso deliberato di una locuzione che afferma l'esatto opposto della verità, o che drasticamente e ovviamente sminuisce una connessione di fatto. In questo contributo si esaminano le funzioni psicologiche e comunicative dell'ironia e la funzione pragmatica del "non dire esplicitamente"
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] How Not to Say It Explicitly: The Communicative Function of Irony
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)625-643
Numero di pagine19
RivistaARCHIVIO DI PSICOLOGIA, NEUROLOGIA E PSICHIATRIA
Volume59
Stato di pubblicazionePubblicato - 1998

Keywords

  • COMUNICAZIONE IMPLICITA
  • IRONIA

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'How Not to Say It Explicitly: The Communicative Function of Irony [Come non dirlo esplicitamente: le funzioni comunicative dell'ironia]'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo