Franz Freiherr Gaudy, Donna Venere

Maria Franca Frola

Risultato della ricerca: Contributo in libroPrefazione / postfazione / breve introduzione

Abstract

[Ita:]Frau Venus è la settima delle quindici Venetianische Novellen (1838), solo alcune delle quali ambientate a Venezia. Gaudy le fa precedere da una introduzione nella quale le lodi alla Regina dei mari trasudano la retorica di rito. Venere, come divinità, ha abbandonato da tempo la terra, ma le tracce della sua presenza non si sono potute in alcun modo cancellare. L’archetipo della bellezza femminile depositato nella memoria ancestrale, pur di sopravvivere, si è lasciato distorcere, assumendo aspetti talvolta demoniaci, affascinanti, ammalianti, elusivi. La novella riprende la prima versione del racconto di una Statuenverlobung (fidanzamento con la statua) che risale al 1124-1125 ed è contenuta nel Gesta Regum Anglorum di William of Malmesbury. Nella Donna Venere di Gaudy sono ravvisabili tracce della leggenda del Monte di Venere, nonché elementi alchemici.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Franz Freiherr Gaudy, Donna Venere
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteFranz Freiherr Gaudy, Donna Venere
EditorMARIA FRANCA FROLA
Pagine5-72
Numero di pagine68
Stato di pubblicazionePubblicato - 2007

Keywords

  • Franz Freiherr Gaudy
  • donna venere

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Franz Freiherr Gaudy, Donna Venere'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo