Forme di potere civile ed ecclesiastico nella Brescia dantesca

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Lo snodo tra il XIII e il XIV secolo rappresenta per le strutture edilizie, le forme iconografiche e le immagini del potere a Brescia un momento di grande vivacità e di confronto con le maggiori maestranze artistiche presenti in Italia, anche in relazione al pensiero politico dantesco. In particolare, l’evoluzione istituzionale del comune cittadino nel governo signorile del vescovo Berardo Maggi, trova espressione in opere pubbliche che modificarono l’immagine del potere. Tra queste emblematiche furono la pace del Broletto, il sarcofago del Maggi in Duomo Vecchio e la sua statua per la fontana del convento di Sant’Agostino, monumenti che ebbero un ruolo centrale anche nella definizione dell’identità nazionale di Otto e Novecento.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Forms of civil and ecclesiastical power in Dante's Brescia
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLe città di Dante. Trasformazioni urbane e territoriali tra XIII e XIV secolo
EditorD. Iacobone
Pagine299-315
Numero di pagine17
Volume1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Serie di pubblicazioni

NomeSTUDI SUL MEDIOEVO

Keywords

  • Brescia
  • Victor Hugo
  • Duomo Vecchio
  • Berardo Maggi vescovo
  • Dante
  • Giuseppe Abbati
  • Firenze
  • Brescia (Lombardy)
  • Broletto
  • Old Cathedral
  • Berardo Maggi bishop

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Forme di potere civile ed ecclesiastico nella Brescia dantesca'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo