Forme del discorso fra religione e sfera pubblica. R. Audi e J. Habermas sul rapporto fra religione e politica

Paolo Monti

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]R. Audi e J. Habermas, nonostante le reciproche differenze, condividono l'obiettivo di ripensare il rapporto fra discorso pubblico e appartenenze religiose, allo scopo di superare le inadeguatezze dello schema liberale tradizionale. Entrambi si occupano del tema dal punto di vista di una possibile etica della cittadinanza e ritengono sia cruciale la posizione epistemica che il discorso religioso occupa nella sfera pubblica. La proposta di Audi articola i confini normativi di un'etica pubblica degli argomenti politici di natura religiosa, in una prospettiva liberale ma moderatamente inclusiva. La riflessione di Habermas sembra più persuasiva nelle sue premesse, in quanto mette radicalmente in questione le condizioni epistemologiche del discorso pubblico nelle democrazie liberali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Forms of discourse between religion and the public sphere. R. Audi and J. Habermas on the relationship between religion and politics
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)157-168
Numero di pagine12
RivistaPARADIGMI
VolumeXXVII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Keywords

  • Citizenship
  • Cittadinanza
  • Etica pubblica
  • Jürgen Habermas
  • Public ethics
  • Religion and politics
  • Religione e politica
  • Robert Audi

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Forme del discorso fra religione e sfera pubblica. R. Audi e J. Habermas sul rapporto fra religione e politica'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo