Fonti letterarie e iconografiche per un'analisi drammaturgica della Medea di Euripide

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]In una prima parte dell'articolo si considerano i diversi filoni del mito greco di Medea precedenti, contemporanei e appena successivi al 431 BC, confrontando iconografie e testi letterari. Da questa analisi emergono considerazioni sulla originale trasformazione del mito creata da Euripide che nel 431 BC sceglie Corinto come luogo scenico della sua tragedia particolarissima soprattutto nell'Esodo (da circa un anno Atene era in guerra contro questa città). Nella seconda parte l'articolo applica il metodo d'analisi suggerito da Aristotele nella Poetica, riconoscendo la sinergia della trama con i caratteri, i pensieri, le parole e l'elemento spettacolare, per formulare una finale conclusiva ipotesi sulla messinscena del 431 BC.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Literary and iconographic sources for a dramaturgical analysis of Euripides' Medea
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa tragedia greca e latina, le testimonianze archeologiche e iconografiche
EditorA.T. Cozzoli A. Martina
Pagine259-317
Numero di pagine59
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Keywords

  • Medea
  • iconografia
  • messinscena
  • tragedia euripidea

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Fonti letterarie e iconografiche per un'analisi drammaturgica della Medea di Euripide'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo