"Finnegans Wake": linguaggio multimediale, intersemiosi e traduzione

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Finnegans Wake (di seguito: FW) è uno dei testi più impervi dal punto di vista traduttologico: non solo nella pratica traduttiva, ma anche al microscopio del critico e teorico della traduzione. Si cercherà pertanto di individuare la specificità del linguaggio joyciano nella messa in atto di una sintesi estrema tra suono e visione, e di analizzarla in rapporto alla traduzione interlinguistica e intersemiotica, pervenendo alla definizione del linguaggio di FW come “multimediale”. A sostegno di tale argomentazione, seguirà un’analisi della traduzione di FW (8.9-22) a opera di Gianni Celati.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] "Finnegans Wake": multimedia language, intersemiosis and translation
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)87-109
Numero di pagine23
RivistaTRADUTTOLOGIA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • James Joyce, Finnegans Wake, multimedia, intersemiosi, traduzione
  • James Joyce, Finnegans Wake, multimedia, intersemiosis, translation

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di '"Finnegans Wake": linguaggio multimediale, intersemiosi e traduzione'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo