Figli d’altrove: strategie di empowerment comunitario per una generazione senza reti

Monica Amadini, Sara Damiola

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Molte sono le ragioni che portano a intendere i Minori Stranieri Non Accompagnati come persone che vivono una condizione di povertà estrema: indigenza economica, mancanza di legami, carenza di risorse, difficoltà abitative, assenza di tutela, discriminazione… Questi percorsi esistenziali fragili e sommersi pongono problematiche e sfide inedite rispetto alle politiche sociali, ma anche alle azioni educative. L’articolo intende presentare un’esperienza emblematica di accoglienza, empowerment e costruzione di percorsi inclusivi per i MSNA, promossa dall’Associazione Dormitorio San Vincenzo de Paoli, nell’ambito del progetto “Minori: seminare nuova accoglienza”. Si tratta di un intervento educativo multidimensionale, che ha fatto del volontariato un’occasione per attivare le risorse della comunità. Gli stessi MSNA sono stati valorizzati come risorsa per la comunità, in un percorso che ha assunto valore dal punto di vista formativo-partecipativo e ha permesso di intrecciare una molteplicità di piani (politico, educativo, sociale, culturale…).
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Children from elsewhere: community empowerment strategies for a generation without networks
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)275-283
Numero di pagine9
RivistaSCHOLÉ
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Community
  • Comunità
  • Lavoro di rete
  • MSNA
  • Networking
  • Partecipazione
  • Participation
  • UASC
  • Volontariato
  • Volunteering

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Figli d’altrove: strategie di empowerment comunitario per una generazione senza reti'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo