Felicità terrena e beatitudine eterna. L'intelletto come cifra della scuola fillosofica bolognese tra il Duecento e il Trecento

Alessandro Ghisalberti

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La scuola filosofica che si sviluppa a Bologna nel sec. XIII, ed ha la sua maggiore fioritura con i cosiddetti "averroisti bolognesi" della prima metà del sec. XIV, ha trattato il tema dell'intelletto, proprio della tradizione peripatetica greca ed araba, in chiave speculativa, ossia indagando sui percorsi tipicamente felicitanti di una prospettiva noetica che realizzi il fine ultimo dell'uomo come appagamento esaustivo del desiderio di conoscenza che lo contrassegna.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Earthly happiness and eternal bliss. Intellect as a cipher of the Bolognese phylosophy school between the thirteenth and fourteenth centuries
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)59-74
Numero di pagine16
RivistaMEMORIE DOMENICANE
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Keywords

  • Felicità mentale nel basso medioevo
  • averroismo
  • intelletto
  • scuola bolognese

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Felicità terrena e beatitudine eterna. L'intelletto come cifra della scuola fillosofica bolognese tra il Duecento e il Trecento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo