Fake news e strumenti di contrasto ai tempi della pandemia da Covid-19

Barbara Lucini

Risultato della ricerca: Altra tipologiaOther contribution

Abstract

[Ita:]Fin dall’inizio della pandemia da Covid-19 si sono avuti effetti concreti, attraverso comportamenti sociali, motivati dalle cosiddette Fake News. Nonostante il termine inglese, il fenomeno è assai datato, nato probabilmente intorno alla figura di Napoleone, o per lo meno quel periodo è il primo durante il quale si iniziano a riconoscere e documentare le fake news e le loro conseguenze. Molto è anche stato detto circa le dinamiche, che permettono la diffusione e la condivisione di contenuti falsi e sebbene il terreno fertile delle fake news siano i social network, la narrativa e la comunicazione del Covid-19 ha dimostrato che anche i media tradizionali non ne sono esenti. Esistono infatti, molti modi diversi per veicolare informazioni non veritiere, fra i quali: la propaganda, la disinformazione e la guerra dell’informazione. Quest’ultimo rappresenta lo scenario all’interno del quale, le attuali società post–moderne si stanno muovendo e nel quale vengono colpiti tutti gli ambiti della vita sociale e pubblica delle persone.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Fake news and contrast tools at the time of the Covid-19 pandemic
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Comunicazione
  • Covid- 19
  • Fake news
  • Pandemia

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Fake news e strumenti di contrasto ai tempi della pandemia da Covid-19'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo