Etichettatura di origine dei prodotti alimentari e regole del commercio internazionale

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Sommario: 1. Introduzione. - 2. La disciplina dell'Unione europea sull'indicazione obbligatoria del paese d'origine o del luogo di provenienza degli alimenti. - 3. La controversia US - COOL. - 3.1. La COOL measure e le due fasi del contenzioso relativo ad essa in ambito OMC. - 3.2. La qualificazione della COOL measure come regolamento tecnico disciplinato dall'Accordo TBT e la legittimità del suo obiettivo ai sensi dell'art. 2, par. 2, del medesimo Accordo. - 3.3. L'incompatibilità della COOL measure con l'obbligo di trattamento nazionale di cui all'art. 2, par. 1, dell'Accordo TBT. - 3.4. La COOL measure e il principio di necessità di cui all'art. 2, par. 2, dell'Accordo TBT: una questione irrisolta. - 4. Considerazioni conclusive.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Origin labeling of food products and rules of international trade
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)685-702
Numero di pagine18
RivistaDIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015

Keywords

  • Controversia US-COOL (OMC)
  • Country of origin labelling
  • EU Regulation No. 1169/2011
  • Etichettatura di origine
  • Regolamento UE n. 1169/2011
  • US-COOL dispute (WTO)

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Etichettatura di origine dei prodotti alimentari e regole del commercio internazionale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo