Essere over 60 in azienda: il rischio della discriminazione e le sfide delle transizioni

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]I dati Istat attestano che il numero di lavoratori superiori ai 55 anni è in vorticosa crescita nel nostro Paese e si è quasi raddoppiato negli ultimi 10 anni. Se anche questo tasso di crescita risulta più in picchiata per le donne (responsabile la legge Fornero), non sussistono differenze sostanziali di genere: gli italiani e le italiane rimangono sul posto di lavoro più a lungo e questo trend è destinato ad aumentare. Gli studi su questo tema riportano costantemente l’attenzione su un aspetto purtroppo ricorrente nella maggior parte dei Paesi industrializzati: la presenza di stereotipi negativi sui lavoratori più anziani e la conseguente presenza di discriminazioni nei loro confronti. Il contributo si occupa di identificare il ruolo degli stereotipi in questo processo di discriminazione, delle relative conseguenze e dei possibili interventi organizzativi per ridurli.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Being over 60 in the company: the risk of discrimination and the challenges of transitions
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa popolazione anziana e il lavoro: un futuro da costruire
EditorM., Sampaolo, G., e Melloni, A.M. Trabucchi
Pagine141-160
Numero di pagine20
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • lavoratori over 50, discriminazione, stereotipi di età, transizioni di carriera

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Essere over 60 in azienda: il rischio della discriminazione e le sfide delle transizioni'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo