Ergastolano «non collaborante» ai sensi dell’art. 4-bis, co. 1, ord. penit. e benefici penitenziari: l’unica ipotesi di detenzione ininterrotta, immodificabile e senza prospettabilità di una fine?

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Sono presi in esame gli effetti della normativa vigente per l’ergastolano che non collabori alle attività d’indagine. Ne deriva, infatti, l’esclusione del medesimo dalla possibilità di addivenire al fine pena e, apparentemente, a qualsiasi modifica del regime di esecuzione. Di un simile esito vengono considerati i profili di incongruenza sistematica e di incostituzionalità. Si rileva, peraltro, come a seguito della legge n. 94/2009 debbano ritenersi applicabili, nell’ipotesi in discussione, lavoro all’esterno, permessi premio e semilibertà.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Ergastolano «not collaborating» pursuant to art. 4-bis, co. 1, ord. penit. and penitentiary benefits: the only hypothesis of uninterrupted detention, unchangeable and without the prospect of an end?
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1220-1229
Numero di pagine10
RivistaCASSAZIONE PENALE
VolumeLII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • detenuto non collaborante
  • ergastolo ostativo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Ergastolano «non collaborante» ai sensi dell’art. 4-bis, co. 1, ord. penit. e benefici penitenziari: l’unica ipotesi di detenzione ininterrotta, immodificabile e senza prospettabilità di una fine?'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo