Eguaglianza. La sua declinazione storica e concettuale

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La declinazione storia e concettuale del principio di eguaglianza richiede la sintesi dei progressi economici e giuridici espressi dalla società in millenni di storia, a partire dalla considerazione della questione umanistica nel pensiero greco, ebraico e cristiano. L'eguaglianza oggi si declina alla luce delle recenti acquisizioni del pensiero sociale anche cattolico, espresso nella dottrina sociale della Chiesa, come frutto della opera di attuazione progressiva dei diritti sociali previsti dalle Costituzioni moderne, e quindi come espressione di veri e propri diritti fondamentali della persona. Il diritto antidiscriminatorio a partire dalle direttive europee contribuisce a definire la struttura giuridica di divieto per l'attuazione della eguaglianza sostanziale e a favore delle pari opportunità, a rimedio delle situazioni di svantaggio sociale che oggettivamente impediscono ancora alle persone deboli di partecipare pienamente alla vita sociale con l'esercizio dei diritti civili e politici, cui quelli sociali sono anche strumentali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Equality. Its historical and conceptual variation
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)99-110
Numero di pagine12
RivistaMUNERA
Volume2015
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015

Keywords

  • diritti sociali
  • diritto antidiscriminatorio
  • dottrina sociale della Chiesa
  • eguaglianza

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Eguaglianza. La sua declinazione storica e concettuale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo