Educare gli anormali nella Milano di inizio Novecento: l’esperienza dell’Istituto San Vincenzo

Anna Debe', 27258, DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTA', MILANO - Dipartimento di Pedagogia

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Nel contesto milanese di inizio Novecento sorse, per iniziativa di don Luigi Casanova, l’Istituto San Vicenzo per l’educazione dell’infanzia anormale, una tra le prime esperienze italiane a offrire una specifica e integrale educazione ai bambini con deficit mentali. Realtà di vanto nel panorama cattolico di inizio secolo, in esso trovarono proficua unione caratteri assistenziali e linee pedagogiche, metodologie scientifiche e finalità caritatevoli. L’articolo ricostruisce i caratteri peculiari di questa istituzione, la cui storia contribuisce a delineare alcuni tasselli della pedagogia speciale italiana, che nel corso dell’ultimo secolo ha vissuto una decisiva rivoluzione.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Educating abnormalities in early twentieth century Milan: the experience of the San Vincenzo Institute
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)149-157
Numero di pagine9
RivistaCQIA RIVISTA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Disabilità mentali
  • Italia
  • Storia della pedagogia speciale
  • XIX-XX secolo

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Educare gli anormali nella Milano di inizio Novecento: l’esperienza dell’Istituto San Vincenzo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo