Educare a un umanesimo planetario tra green economy e governance glocale dell’ambiente

Orietta Vacchelli

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Nel contesto socio-culturale odierno caratterizzato dal fenomeno della globalizzazione su scala mondiale, in cui si registrano profonde sperequazioni tra paesi ricchi e paesi poveri, e dalla rilevanza delle questioni ambientali, la riflessione pedagogica è chiamata ad offrire il proprio contributo per ripensare i presupposti antropologici sottesi alle teorie economiche dominanti e delineare, all’interno di un’economia civile, una nuova idea di mercato come luogo d’incontro e occasione di reciprocità. Si tratta, pertanto, di rivedere il modello di sviluppo affinché esso sia orientato alla promozione di ogni uomo e di tutto l’uomo e, al contempo, possa ridisegnare una nuova alleanza tra uomo e natura. Green economy e governance glocale dell’ambiente sembrano costituire il binomio centrale per progettare uno sviluppo sostenibile. Tuttavia, esso può realizzarsi solo attraverso l’impegno di cittadini che vivono fortemente l’appello al bene comune e che partecipano attivamente ai processi di gestione del proprio territorio. La progettazione educativa sostenibile, dunque, esprime la tensione a costruire una cultura della speranza per l’edificazione di un umanesimo planetario.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Educate for a planetary humanism between green economy and glocal governance of the environment
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteFrontiere della sostenibilità. Persona e contesti per la sostenibilità educativa
EditorSARA BORNATICI
Pagine17-37
Numero di pagine21
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • Development model
  • Environmental governance
  • Governance dell'ambiente
  • Green economy
  • Modello di sviluppo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Educare a un umanesimo planetario tra green economy e governance glocale dell’ambiente'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo