DISCORSO D’ODIO SUL WEB E STRATEGIE DI CONTRASTO

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Anche se il discorso d’odio e i comportamenti ostili sono presenti nelle società umane fin dalle origini, oggi l’hate speech assume caratteristiche inedite a causa delle trasformazioni nella comunicazione globale online (Ziccardi, 2016). La diffusione dell’incitamento all’odio sul web (peraltro strumento insostituibile di informazione) preoccupa per la trasversalità e la capacità di alimentare in modo inedito tribalismi, aggressività generalizzata, polarizzazioni, razzismi “originari” (Pasta, 2018). Il testo presenta un’analisi delle caratteristiche specifiche assunte dal discorso d’odio online, in continua evoluzione (Santerini, 2019). Evidenza poi il nesso tra coscienza razionale e comportamenti “inconsapevoli” sulla base delle indagini attuali sulle “neuroscienze affettive” (Immordino-Yang, 2017). Alla luce degli aspetti emotivi dell’ostilità vengono individuate e categorizzate alcune forme di contrasto all’hate speech allo scopo di trarne indicazioni di intervento pedagogico.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] HATE SPEECH ON THE WEB AND CONTRAST STRATEGIES
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)51-67
Numero di pagine17
RivistaMETIS
Volume9
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Educazione
  • Odio
  • Web

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'DISCORSO D’ODIO SUL WEB E STRATEGIE DI CONTRASTO'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo