Danno antitrust e piattaforme digitali

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L’attività anticoncorrenziale posta in essere da chi abusa di una posizione dominante o attua intese restrit-tive della concorrenza causa un danno antitrust. In un numero crescente di settori e mercati (e, in partico-lare, nell’e-commerce), il processo di intermediazione fa perno su piattaforme tecnologiche virtuali sul web, che assumono un rilievo crescente per interpretare il concreto funzionamento delle intese e ruotano intorno a grandi operatori (tech giants) che possono assumere una posizione dominante. La digitalizzazione delle catene distributive cambia profondamente lo scenario di riferimento. Da un lato, i record digitali consentono di disporre di un set informativo più completo e aggiornato, ma dall’altro si assi-ste ad una più accentuata dematerializzazione e delocalizzazione, che può ostacolare la ricostruzione di eventi e nessi causali. La stima del danno secondo una logica compensativa avviene con un approccio dif-ferenziale, confrontando la situazione reale del danneggiato con uno scenario ipotetico privo degli effetti anticoncorrenziali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] They damage antitrust and digital platforms
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)5-13
Numero di pagine9
RivistaIL DIRITTO INDUSTRIALE
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • piattaforma digitale
  • antitrust

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Danno antitrust e piattaforme digitali'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo