Dall’Ipersonetto di Andrea Zanzotto. Due traduttori a confronto: Philippe Di Meo e Gérard Genot

Giulia Elda Grata, DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE FACOLTA', DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE FACOLTA'

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il saggio mette a confronto due diverse traduzioni francesi del sonetto “Di sterpi e limiti” tratto dalla sezione “Ipersonetto” del “Galateo in Bosco” (1978) di Andrea Zanzotto: la prima, di Gérard Genot (1978), maggiormente tesa a restituire la forma metrica e la stratificazione degli stili; la seconda, di Philippe Di Meo (1986), mirata alla restituzione dei valori semantici del testo. Se ne ricavano due diverse illustrazioni della dialettica tra “Galateo” e “Bosco” che dà il titolo alla raccolta.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] From Andrea Zanzotto's Ipersonetto. Two translators compared: Philippe Di Meo and Gérard Genot
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)389-408
Numero di pagine20
RivistaL'ANALISI LINGUISTICA E LETTERARIA
VolumeXIV
Stato di pubblicazionePubblicato - 2006

Keywords

  • Andrea Zanzotto
  • French Translations
  • Traduzioni francesi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Dall’Ipersonetto di Andrea Zanzotto. Due traduttori a confronto: Philippe Di Meo e Gérard Genot'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo