Dalla «metafisica illuminista» alle prime esperienze educative per i disabili sensoriali: un’importante eredità pedagogica

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il contributo intende ricostruire le esperienze educative per i giovani disabili sensoriali che vennero realizzate grazie all'opera di Charles-Michel de l’Épée (1712-1789), Valentin Haüy (1745-1822) e Louis Braille (1809-1852). Considerando il contesto culturale del tempo, profondamente segnato dall’Illuminismo e dal suo interesse per i problemi cognitivi dei disabili sensoriali, non solo gli strumenti didattici usati da quegli educatori ma anche le motivazioni e le finalità cui essi si ispirarono costituiscono un interessante oggetto di indagine per analizzare il complesso rapporto tra la filosofia dei Lumi e l’educazione speciale e per rintracciare l’eredità pedagogica consegnataci dai precursori della didattica per i sordi e per i ciechi.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] From «Enlightenment metaphysics» to the first educational experiences for the sensory disabled: an important pedagogical heritage
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)141-148
Numero di pagine8
RivistaCQIA RIVISTA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Disabilità sensoriali
  • Francia
  • Storia dell’educazione speciale
  • XVIII-XIX secolo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Dalla «metafisica illuminista» alle prime esperienze educative per i disabili sensoriali: un’importante eredità pedagogica'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo