Dai codicilli testamentari (1607; 1611) all'atto di Donazione 1618: riflessioni per il lascito federiciano di opere d'arte all'Ambrosiana

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il saggio ricostruisce l'origine e il progressivo incremento della collezione di opere d'arte di Federico Borromeo lasciata alla Biblioteca Ambrosiana nel 1618. Si sono incrociate diverse fonti documentarie anche inedite, quali inventari, carteggi, note dai Libri Mastri e descrizioni varie presenti nell'Archivio dei Conservatori dell'Ambrosiana, presso la Mensa arcivescovile in archivio diocesano e presso l'archivio privato dell'Isola Bella Borromeo sul Lago Maggiore. Si è inoltre confrontata la registrazione documentaria con le opere effettivamente presenti in pinacoteca cercando di monitorare i modelli museologici di allestimento seguiti dall'arcivesco anche confrontando le coeve esperienze collezionistiche romane e dell'Italia settentrionale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] From the testamentary codicils (1607; 1611) to the deed of Donation 1618: reflections on Frederick's legacy of works of art to the Ambrosiana
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospite1618-2018: La Donazione delle Raccolte d'Arte di Federico Borromeo all'Ambrosiana
Pagine119-148
Numero di pagine30
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • AMBROSIANA
  • FEDERICO BORROMEO

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Dai codicilli testamentari (1607; 1611) all'atto di Donazione 1618: riflessioni per il lascito federiciano di opere d'arte all'Ambrosiana'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo