Cyber Resilience e Sicurezza (nazionale): aspetti e considerazioni

Barbara Lucini

Risultato della ricerca: Altra tipologiaOther contribution

Abstract

[Ita:]La pandemia originata da Covid – 19 che tutti stiamo vivendo ha prodotto, fin dal primo momento, una spinta di molti verso il mondo cyber. Innegabile che questo ambito diventasse quanto più essenziale, attrattivo durante l’emergenza e la conseguente crisi sia da parte di potenziali perpretators – normale nell’economia del threat displacement e dello sfruttamento delle opportunità create dalla crisi -, sia da parte di coloro che dovrebbero studiare il fenomeno e meglio delinearlo. Tanta attenzione però non ha corrisposto a un approfondimento di aspetti fondamentali come quello della cyber resilience. Da anni chi scrive, nota come il concetto di resilienza sia continuamente abusato, decontestualizzato e privato del suo reale apporto e potenzialità nel vasto settore della sicurezza. Il contributo che l’applicazione operativa di questo concetto nell’ambito della gestione delle crisi, della risoluzione dei conflitti e nel più ampio decision – making può dare è straordinario per la sua capacità di essere plastico e adattabile, proponendo quindi come elemento esterno una sua caratteristica intrinseca, quale quella della adattabilità.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Cyber Resilience and Security (national): aspects and considerations
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Cybersecurity
  • Cyberwar
  • Italy
  • Resilience

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Cyber Resilience e Sicurezza (nazionale): aspetti e considerazioni'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo