Corte europea dei diritti dell’uomo e “processo equo”

Giulio Ubertis

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]Dopo aver chiarito che l’ottica della relazione è quella di esaminare i riflessi sull’ordinamento nazionale della giurisprudenza della Corte di Strasburgo, si affrontano le due tematiche sulle quali principalmente sono intervenute condanne dell’Italia per violazioni della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Esse concernono il procedimento contumaciale e la tutela del contraddittorio con particolare attenzione al diritto alla prova, illustrando al riguardo le prospettive di modifica delle relative discipline. Infine, si affronta il problema dell’adeguamento alle sentenze di condanne della Corte europea dei diritti dell’uomo per iniquità del processo celebratosi in Italia, necessariamente concernenti provvedimenti che si ritenevano passati in giudicato, e si propone una soluzione lineare, conforme sia al sistema che alla teoria generale, in attesa di un auspicato intervento del Parlamento o della Corte costituzionale in proposito.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] European Court of Human Rights and the "fair trial"
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteProcesso penale e giustizia europea. Omaggio a Giovanni Conso
Pagine31-47
Numero di pagine17
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010
EventoProcesso penale e giustizia europea. Omaggio a Giovanni Conso - Torino
Durata: 26 set 200827 set 2008

Convegno

ConvegnoProcesso penale e giustizia europea. Omaggio a Giovanni Conso
CittàTorino
Periodo26/9/0827/9/08

Keywords

  • Contumacia
  • Diritti umani
  • Diritto alla prova
  • Fair trial
  • Giusto processo
  • Human rights
  • Iura novit curia
  • Procedura penale sovranazionale
  • Right to evidence
  • Supranational criminal procedure
  • Trial in absence

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Corte europea dei diritti dell’uomo e “processo equo”'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo