Abstract

[Ita:]Lo studio analizza l’evoluzione del sistema di credito cooperativo nella provincia di Trento nello scorso decennio, concentrandosi in particolare sulle condizioni di concorrenza, sia tra banche di credito cooperativo e altri tipi di banche, sia all’interno dello stesso sistema del credito cooperativo. La liberalizzazione ha modificato profondamente l’organizzazione dei mercati bancari locali, introducendo un significativo trade-off tra i benefici derivanti da maggiore concorrenza, crescita dimensionale, despecializzazione e più efficiente gestione del rischio, e i vantaggi offerti dal modello di banca cooperativa in termini di mutualità e localismo. Su questo trade-off ha inciso anche il Testo Unico Bancario che ha eliminato i divieti alla sovrapposizione territoriale di più banche cooperative, oggi osservabile in numerose aree del paese. Le autorità di vigilanza (Banca d’Italia e Autorità italiana della concorrenza) hanno ripetutamente sostenuto che un elemento importante del processo competitivo nei mercati bancari deve essere offerto anche dal confronto concorrenziale all’interno del sistema di credito cooperativo. Dal punto di vista teorico non è però infondata la preoccupazione che la sovrapposizione territoriale tra banche cooperative possa avere implicazioni negative sull’operare dei meccanismi tipici del sistema di credito cooperativo. Tali meccanismi, al fine di evitare l’esclusione finanziaria dei prenditori di minore dimensione, fanno leva sull’esistenza di relazioni di lungo periodo, come condizione per il peer monitoring e il controllo del moral hazard. In questa prospettiva, la concorrenza tra banche cooperative potrebbe ostacolare i meccanismi che operano all’interno delle singole strutture cooperative, suggerendo l’unicità territoriale della banca cooperativa come condizione necessaria per un assetto efficiente delle reti di relazioni e di diffusione di informazioni. Sfruttando la ricchezza e la diversificazione del sistema di credito cooperativo nel territorio della provincia di Trento, la ricerca ha confermato l’importanza delle condizioni di concorrenza nel territorio di competenza delle BCC ai fini della capacità di queste ultime di generare credito a favore della clientela locale. Nel decennio 2000-2009, le banche di credito cooperativo che operano in mercati territoriali nei quali esiste, per un verso, concorrenza interbancaria ma, per altro verso, non vi è concorrenza tra banche cooperative sono state caratterizzate – sia rispetto alle BCC che operano in condizioni di monopolio nel proprio territorio, sia rispetto alle BCC che operano in concorrenza con altre BCC – da valori sistematicamente più alti del rapporto tra Crediti alla clientela e Raccolta diretta e
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] COMPETITION AND OPERATION OF THE COOPERATIVE CREDIT SYSTEM IN THE PROVINCE OF TRENTO
Lingua originaleItalian
Numero di pagine60
Stato di pubblicazionePubblicato - 2011

Keywords

  • Mutual banks
  • banche di credito cooperativo
  • competition
  • concorrenza

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'CONCORRENZA E OPERATIVITÀ DEL SISTEMA DI CREDITO COOPERATIVO NELLA PROVINCIA DI TRENTO'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo