Commento agli artt. 93 - 101, 102 - 104, 106 – 113, 115 – 116 del Codice Civile

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il commento esamina le disposizioni sulla formazione del matrimonio civile, sul matrimonio dell’italiano all’estero e sul matrimonio dello straniero in Italia, unendo all’inquadramento generale delle singole questioni un approccio critico-ricostruttivo che muove da una concezione neo-istituzionale del matrimonio. Così, se nell’ambito della pubblicazione e dell’opposizione al matrimonio se ne difende la persistente funzione, nell’ambito della costituzione del matrimonio ci si sofferma sulla natura del matrimonio-atto, illustrandone la peculiarità alla luce dell’interazione tra natura negoziale del consenso dei nubendi, eteronomia ed indisponibilità degli effetti e intervento del pubblico potere. Con riguardo al matrimonio del cittadino all’estero particolare attenzione è dedicata all’ipotesi di matrimonio poligamico ed a quella di matrimonio contratto tra persone dello stesso secondo la lex loci, sotto il profilo della sua discussa trascrivibilità nei registri italiani di stato civile, mentre con riferimento al matrimonio dello straniero in Italia speciale interesse è rivolto all’intreccio con la disciplina dell’immigrazione, nella prospettiva volta a distinguere tra limiti alla libertà matrimoniale coerenti con la nozione essenziale di matrimonio e limiti costituzionalmente illegittimi perché estranei ad essa.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Comment on Articles 93 - 101, 102 - 104, 106 - 113, 115 - 116 of the Civil Code
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCommentario del Codice Civile diretto da Enrico Gabrielli. Della famiglia (artt. 74 - 230 ter). II edizione
Pagine140-324
Numero di pagine185
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Serie di pubblicazioni

NomeCOMMENTARIO DEL CODICE CIVILE UTET

Keywords

  • Matrimonio

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Commento agli artt. 93 - 101, 102 - 104, 106 – 113, 115 – 116 del Codice Civile'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo