Comboni tra Brescia e l'Africa

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il saggio ripercorre l’esperienza di Daniele Comboni, evidenziando il suo rapporto con l’ambiente d’origine bresciano, caratterizzato da un cattolicesimo di forte impronta sociale e missionaria. È qui che affronta la sua prima formazione e viene in contatto con l’Africa dei missionari attraverso giovani africani ospitati in un istituto religioso. Dopo un pellegrinaggio a Gerusalemme, ha inizio la sua esperienza africana in Sud Sudan, dove rivela un approccio “umanizzato” con le popolazioni locali, distante dalle visioni razziste legate al fenomeno coloniale. Le sue narrazioni di quest’Africa “umanizzata” giungono a Brescia attraverso la sua corrispondenza con familiari e personalità religiose e laiche, contribuendo ad attenuare l’impatto con un’alterità africana dominata da classificazioni pseudoscientifiche e pregiudizi sulla presunta inferiorità razziale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Combines between Brescia and Africa
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)65-80
Numero di pagine16
RivistaHUMANITAS
Volume2008
Stato di pubblicazionePubblicato - 2008

Keywords

  • Africa
  • Comboni
  • Missioni

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Comboni tra Brescia e l'Africa'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo