Claudio Magris: Avrei preferito tramachi

Daniela Tonolini

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il presente saggio si offre come rilettura dell'"Infinito viaggiare" di Claudio Magris, alla luce del termine "tramachi", indicato all'autrice dallo stesso Magris come più vicino al senso dell'opera. Un concetto, quello del trasloco e dello spostamento spaziale e temporale, che il saggio rintraccia come già presente in alcune opere di Magris e mette in dialogo con parte della più significativa letteratura italiana a esse coeva.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Claudio Magris: I would have preferred tramachi
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)87-97
Numero di pagine11
RivistaNUOVA ANTOLOGIA
Volume628
Stato di pubblicazionePubblicato - 2022
Pubblicato esternamente

Keywords

  • Letteratura italiana contemporanea
  • Letteratura odeporica
  • Magris
  • Trieste e il dialetto

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Claudio Magris: Avrei preferito tramachi'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo