Cinema-Grand Master. Il film e la sua esperienza nell’epoca della convergenza,

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]L'elisione dell'apparato-cinema come conseguenza della convergenza fra i media ha reso problematica l'identificazione dell'esperienza cinematografica (e per alcuni anche la sua stessa possibilità di sopravvivenza). Il saggio muove da questa premessa per proporre una chiave di lettura e di ingresso al fenomeno alternativa, che guarda all'esperienza di fruizione cinematografica come a un particolare assetto di relazioni (con riferimento al modello dell'ANT elaborato da Latour), assetto che si può dare anche in assenza della sala o dell'apparato socio-tecnico classico. Il saggio propone inoltre di ricercare le tracce (e le peculiari forme che assume tale assetto) nella produzione UGC ispirata a prodotti cinematografici, intesa come tangibile epifenomeno dell'esperienza dello spettatore.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Cinema-Grand Master. The film and its experience in the era of convergence,
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl cinema della convergenza. Industria, racconto, pubblico
EditorFEDERICO ZECCA
Pagine193-204
Numero di pagine12
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • AUDIENCE STUDIES
  • CINEMATIC EXPERIENCE
  • MEDIA CONVERGENCE

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Cinema-Grand Master. Il film e la sua esperienza nell’epoca della convergenza,'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo