Abstract

[Ita:]I tessuti e le cellule umani, o materiali biologici umani, sono divenuti oggetto di applicazioni sempre più estese e diversificate: cellule e tessuti possono essere stoccati e riutilizzati per scopi di ricerca, insieme alle informazioni personali, cliniche, biologiche e genetiche ad essi correlabili e che, sempre più, ne rappresentano il complemento essenziale. Ma cellule e tessuti possono essere utilizzati direttamente, o dopo trattamenti di manipolazione più o meno estesa a scopo terapeutico; possono essere trattati, coltivati e modificati per diventare «prodotti terapeutici». Le biobanche, qualificate, nel caso dell’uso terapeutico dei tessuti, come tissue establishments o cell factories, sono il fattore che unifica le due situazioni. Infatti, anche se le raccolte di materiali destinate ad applicazione umana e le collezioni di materiali e dati per finalità di ricerca sono oggi normativamente separate, facilmente in futuro le medesime istituzioni ospiteranno al tempo stesso materiali per usi terapeutici e di ricerca, con la correlata esigenza di stabilire un ponte tra le due diverse discipline. Di fronte alle nuove prospettive di impiego dei materiali umani sia l’Unione Europea (UE) sia il Consiglio d’Europa (Council of Europe, COE) sono intervenute sul tema, elaborando un quadro normativo e di policy, rispettivamente: l’UE per cellule e tessuti donati a scopo terapeutico; il COE per i conferimenti ad uso di ricerca.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Cells and tissues as advanced therapies: a European biopolitics
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteTrattato di Biodiritto, vol. II, Il governo del corpo
EditorStefano Rodotà, Paolo Zatti
Pagine1063-1085
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePubblicato - 2011

Keywords

  • Unione Europea
  • advanced therapy
  • biodiritto
  • biolaw
  • cellule e tessuti
  • cittadinanza europea
  • terapie avanzate

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Cellule e tessuti come terapie avanzate: una biopolitica europea'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo