Casi difficili e accertamenti peritali in tema di vizio di mente

Lara Ferla

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Se rapportato al numero di casi nei quali l’infermità mentale è invocata come spiegazione della condotta criminale, il riconoscimento effettivo di un vizio di mente all’esito del processo penale avviene soltanto in una porzione limitata di essi. La malattia mentale è spesso additata come la principale ragione del comportamento violento, ma gli psicologi, i criminologi e la stessa giurisprudenza mostrano che anche stati mentali non patologici di forte emotività come quelli determinati da rabbia, odio o gelosia possono indurre una persona ad attuare comportamenti violenti. Recenti studi neuroscientifici hanno evidenziato la base biologica del comportamento umano, sottolineando nel contempo che tale conclusione non deve essere intesa nel senso che l’agire umano sia “biologicamente determinato”. I medesimi studi neuroscientifici hanno illustrato un’ampia serie di difficoltà sul piano tanto metodologico quanto interpretativo nell’affrontare le ricerche sul cervello e sulle funzioni cognitive in relazione ai disturbi mentali. Il contributo di conoscenza offerto attraverso gli accertamenti peritali di tipo psichiatrico rimane essenziale, dunque, al fine di contribuire a risolvere alcune questioni centrali ai fini del giudizio sull’imputabilità, in particolare se l’agente fosse in grado di comprendere il disvalore etico-sociale della propria condotta. Come emerge dalla casistica discussa in questo articolo, anche gravi patologie psichiatriche quali la schizofrenia paranoide non determinano automaticamente la non imputabilità dell’autore di una condotta criminale. La prova scientifica e in particolare le risultanze delle tecniche neuroscientifiche dovrebbero essere sempre accompagnate, pertanto, dalla spiegazione di un esperto e dalla valutazione critica indipendente del giudice incaricato dell’accertamento processuale. Riconoscere un imputato non colpevole per vizio di mente, infatti, è una conclusione da raggiungere sul piano giuridico, non un risultato scientifico.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Difficult cases and expert assessments regarding mental defect
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-28
Numero di pagine28
RivistaJUS
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • Criminal responsibility
  • Crimine violento
  • Expert witness
  • Imputabilità
  • Insanity defense
  • Mental illness
  • Neurosciences
  • Neuroscienze
  • Perizia psichiatrica
  • Prova scientifica
  • Scientific evidence
  • Violent crimes
  • Vizio di mente

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Casi difficili e accertamenti peritali in tema di vizio di mente'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo