Carnevale, Quaresima, Pasqua. Dalla festa sacrificale alla libertà dell'evento

Claudio Bernardi

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il desiderio indica una mancanza dell’essere umano che lo spinge verso l’altro, sebbene questo altro – oggetto o soggetto che sia – sia costitutivamente incapace di soddisfarlo a pieno. Inoltre questa tensione verso l’altro è sempre guidata, come ha ben mostrato R. Girard, da un mediatore o modello generando inevitabilmente contese, odi e violenze. Il saggio muove da simili considerazioni per mostrare come la festa sia la cura elaborata dalla società per arginare gli effetti di tale desiderio mimetico: a partire dal sacrificio di un capro espiatorio nei riti pagani passando per la catarsi perseguita a teatro nell’Atene del V secolo sino ad arrivare alla forma depotenziata e ludica di caos perpetrata durante il Carnevale. A far uscire incondizionatamente da questa cultura della violenza è solo l’evento fondatore del cristianesimo - la Pasqua - che libera l’uomo da ogni giustificazione e pratica dell’eros distruttore per spingerlo attraverso una festa incruenta all’imitazione creativa di Cristo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Carnival, Lent, Easter. From the sacrificial feast to the freedom of the event
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa festa. Raccogliersi, riconoscersi, smarrirsi
EditorSILVANO PETROSINO
Pagine87-101
Numero di pagine15
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • Easter
  • Pasqua
  • desiderio
  • desire
  • event
  • evento
  • feast
  • festa
  • rite
  • rito
  • teatro
  • theatre

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Carnevale, Quaresima, Pasqua. Dalla festa sacrificale alla libertà dell'evento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo