Bibbia e letteratura religiosa in volgare nell’Italia del Cinque-Seicento

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]A margine del volume di G. Fragnito, La Bibbia al rogo. La censura ecclesiastica e i volgarizzamenti della Scrittura (1471-1605) (Il Mulino, Bologna 1997), si sottolinea la necessità di non ridurre il rapporto molteplice e diffuso del mondo cattolico moderno con il patrimonio biblico alla severa proscrizione delle traduzioni in volgare. I contatti andavano ben al di là della fruizione individuale continua del testo sacro, attraverso il culto liturgico, la predicazione, la formazione religiosa e il riuso del serbatoio di base della Sacra Scrittura, e come tali furono lontani dal dissolversi con il passaggio alla più matura Controriforma.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Bible and religious literature in vernacular in Italy of the sixteenth and seventeenth centuries
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)593-616
Numero di pagine24
RivistaANNALI DI STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA
VolumeIV
Stato di pubblicazionePubblicato - 1998

Keywords

  • Bibbia
  • Italia
  • letteratura religiosa
  • secolo XVI
  • secolo XVII

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Bibbia e letteratura religiosa in volgare nell’Italia del Cinque-Seicento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo