Autonomia e subordinazione nel d. lgs. 81/2015

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il saggio ripercorre le ragioni che hanno mosso il legislatore ad estendere dal 2016 le tutele classiche del lavoro subordinato anche ai rapporti di collaborazione continuativa svolti a titolo esclusivamente personale secondo modalità organizzate dall’imprenditore anche in relazione ai tempi e luoghi della prestazione di lavoro. A partire dalla indicazione legislativa dell’art. 1, d. lgs. n. 81/2015, secondo cui la “forma comune” dei rapporti di lavoro è quella del contratto di lavoro subordinato, la necessità di individuare la cerchia dei nuovi destinatari delle tutele (cd. etero-organizzati) porta a definire il lavoratore “organizzato” come la persona che promette un quid predefinito volendolo realizzare sotto un potere di coordinamento altrui di intensità elevata, che interessa anche il tempo e il luogo delle modalità lavorative, legato strettamente alla estraneità del collaboratore all’organizzazione economica altrui. Si riconosce una analogia tra la nozione di subordinazione risalente alla sentenza della Corte costituzionale n. 30/1996 e quella di autonomia organizzata ora introdotta nell’ordinamento, nel senso che in entrambi i casi il lavoratore collabora in un contesto organizzativo cui rimane sostanzialmente estraneo. Sarebbe questo il significato da attribuirsi alla dizione “esclusivamente personale” che caratterizza il lavoro “organizzato” nella lettera dell’art. 2, d. lgs. n. 81/2015, per distinzione dal lavoro autonomo continuativo non “organizzato”. Restano esclusi i rapporti di lavoro semplicemente “coordinati”, caratterizzati da un assetto di interessi dove la collaborazione si svolge anche in modo continuativo ma in modo prevalentemente, non esclusivamente personale, e che viene ancora tutelata nelle forme minori del lavoro autonomo. La ratio normativa dell’ampliamento del campo di applicazione soggettiva dell’intero Diritto del lavoro può dirsi legata ad una situazione di eguaglianza sostanziale in cui si trovano tutti coloro che lavorano per una organizzazione cui sono estranei.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Autonomy and subordination in d. lgs. 81/2015
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)203-241
Numero di pagine39
RivistaVARIAZIONI SU TEMI DI DIRITTO DEL LAVORO
Volume2016
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • external organizational power
  • potere di etero-organizzazione
  • subordination
  • subordinazione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Autonomia e subordinazione nel d. lgs. 81/2015'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo